* * *

giovedì 28 febbraio 2013

Si mostra, in un'onda alterna
di note il viso
di primavera, tra parole
strappate ai nuovi silenzi, guadagnate
a un paesaggio semovente
in mezzo
a baldacchini di nuvole,
il mare dal dorso alato.

(E.L.)



Nessun commento: